7 Maggio 2021

Ex-Caserma Radaelli: le nostre proposte

Carissimi concittadini e followers di Latus Anniae, è un piacere ritrovarvi all’interno della nostra piattaforma web ufficiale, un sito totalmente rinnovato per garantirvi un’esperienza ottimale sia da dispositivo fisso che mobile.
Oggi vogliamo toccare un argomento “di rito” per ogni campagna elettorale Latisanese degli ultimi 40 anni…se non si nomina l’ex-Caserma “Carlo Alberto Radaelli”, non è davvero periodo di elezioni.
Allora noi che sì, siamo innovatori ma badiamo anche alla tradizione, potevamo esimerci?

In primis bisogna conoscere la storia dei propri luoghi: la “Radaelli” ospitava il reparto di Fanteria d’arresto del 73° Lombardia, rappresentava di fatto un distaccamento della caserma “sorella maggiore” di Arzene e, per un breve periodo, fu sede anche del Genio Pionieri d’arresto negli anni ’50.
Una volta dismessa, come tantissime altre caserme, è stata ceduta al Comune di Latisana affinché ne potesse disporre senza vincoli particolari.
Un’intera generazione, la quale oggi ha a sua volta procreato, non ha fatto in tempo a vederla ancora attiva e, soprattutto, nemmeno utilizzata adeguatamente.
Si sono susseguite diverse amministrazioni Comunali, sono state proposte molte idee ma nessuna ha trovato concretizzazione.
Allora ci uniamo al club e proviamo a dire la nostra…

La foto che abbiamo voluto utilizzare, come ben sapete, non rappresenta più lo stato attuale del sito ex-militare in Via Marconi.
Ormai esiste soltanto un magazzino con una sorta di “garage aperto” in fondo al piazzale con un ingresso laterale in Via Pacinotti, gli edifici sono stati abbattuti molti anni fa e dentro le mura lo scenario si presenta come un enorme distesa di sassi, terra e calcinacci.
Non c’è nulla.
Un’intera area rasa al suolo da bonificare e sulla quale decidere cosa far sorgere…da decenni.

Le nostre proposte sono quattro, sostanzialmente semplici e fattibili, basta la volontà di attuarle.

1 – PARCHEGGIO GRATUITO CON NAVETTA
Facilissimo: una distesa di asfalto, stalli per le auto, una navetta che conduca le persone interessate in centro città, in occasione del mercato settimanale.
Ciò significa aver risolto in parte il problema-parcheggi a Latisana, incentivare il commercio interno e creare 2-3 posti di lavoro per gli autisti della navetta.

2 – ORTO SOCIALE CONDIVISO
Un’idea che abbiamo già proposto ed impresso nero su bianco in un articolo di qualche tempo fa (clicca QUI), atta a concedere una serie di porzioni di terreno coltivabile a pensionati e residenti privi di uno spazio verde presso la propria abitazione.
Socializzazione, gite guidate con le Scuole Materne e Primarie del nostro Comune affinché i bimbi imparino da dove arriva parte del cibo che mangiano e la stagionalità dei prodotti, addirittura la possibilità di donare alle famiglie indigenti parte del raccolto ed usarne una percentuale anche per organizzare dei pranzi sociali aperti a tutta la comunità (quando finalmente potremo tornare a stringerci).
Nulla di complesso, basterebbe fare rete e coinvolgere cittadini ed associazioni nella gestione del sito.

3 – PIAZZALE POLIFUNZIONALE CON MERCATI A TEMA
Un luogo di ritrovo per l’organizzazione di diverse kermesse, una su tutte da dedicare al “baratto” di oggetti i quali, per chi li possiede, rappresentano un esubero del quale sbarazzarsi, ma per altre persone possono essere ancora utili.
Non un vero e proprio mercatino dell’usato, già presente in Piazza Matteotti ogni primo Sabato del mese, bensì una ricerca di oggetti utili da prendere in regalo o scambiandoli con altro di proprio possesso, al fine di ridurre la mole di rifiuti e dare “respiro” all’isola ecologica dove, spesso, viene portato anche molto materiale ancora utilizzabile.

4 – AREA MUSEALE DI LATISANA
Una struttura che possa raccogliere la nostra storia, le foto, i reperti, l’identità, tutto il patrimonio identitario di Latisana e delle sue frazioni, un edificio ovviamente da realizzare con tanto di custode/manutentore (creazione di lavoro, magari può viverci una famiglia dalla graduatoria Ater), aperto al pubblico ed organizzato con diverse sale a tema, alcune con mostre fisse (alluvioni, bombardamenti, storia del territorio ecc) ed altre a rotazione (Shoah, esodo Istriano-Giuliano-Dalmata, storia delle associazioni sportive locali ecc).
Clicca QUI per leggere il punto del nostro Programma Elettorale inerente a questa proposta.

Queste sono soltanto alcune iniziative possibili e dai costi ridotti rispetto ai vari “voli pindarici” che abbiamo letto e sentito spesso negli anni scorsi.
Come già detto, l’importante è volere…quando c’è la volontà, i mezzi si trovano.

Grazie per il vostro tempo, buona continuazione nel nostro sito!

Gianluca Galasso

Gianluca Galasso

Ruolo: CAPOGRUPPO DI LATUS ANNIAE
Cresciuto a pane e politica nel nucleo famigliare di origine, fin da giovane mi sono impegnato nel sociale elargendo parte del mio tempo libero al volontariato ed a iniziative benefiche. Cinque anni in un gruppo privato di Protezione Civile, dodici mesi in Aeronautica Militare, svariati mestieri ed esperienze personali, fanno di me l'uomo che sono oggi. Ottengo a Maggio 2003 il Diploma in Vigilanza armata, qualifica professionale rilasciata dal Ministero della Difesa. Co-fondatore della redazione online "Alganews" assieme a Lucio Giordano, giornalista RAI. Orgogliosamente operaio, marito e padre di famiglia, fondo Latus Anniae a fine Marzo 2016 e tuttora la coordino, con l'intento di garantire il mio apporto civico e sociale alla comunità della quale faccio parte e che amo, tramite un gruppo apartitico e totalmente autofinanziato, composto da persone corrette e competenti delle quali vado fiero.

View all posts by Gianluca Galasso →